Per usufruire al meglio dei nostri servizi registrati quiLOGIN

Ogni cosa al suo posto!

SCHEDA DEL PROGETTO

Presentazione

Il Professor Ersu ha commissionato – ad un buffo corriere – la consegna di un prezioso scrigno. Cosa conterrà questo scrigno? Uno scrigno contiene sempre un tesoro! All’apertura, però, si trovano solo carte, cartacce, plastica, vetro e arance, arancini e pompelmoni… ma il tesoro? Dov’è? Fra gag, sorprese e buffe battute la situazione sembra degenerare. Ma come dice il Professor Ersu, bisogna saper immaginare ed immaginare vuol dire guardare con occhi diversi. E allora Raccolta Differenziata, riciclaggio e riuso: ogni rifiuto entrerà nel ciclo e nel riciclo della vita e diventerà un tesoro! Al termine dell’animazione una breve esercitazione pratica coinvolgerà i piccoli spettatori e a tutti verrà consegnato il libro illustrato “Ogni cosa al suo posto!” di Emanuela Bussolati e Silvio Boselli Ed. Terre di Mezzo.

Sinossi

L’animazione sarà condotta in forma di spettacolo-gioco da un attore/attrice di Coquelìcot, che, nelle vesti del volenteroso aiutante del Professor Ersu, ha una sensazionale notizia da dare: l’annuncio dell’ultima invenzione del Professore, “il Mostro ricicla-tutto”.
Ai bambini verrà presentato il sofisticato macchinario, costruito con materiale di riciclo: un insieme di scatole piccole e grandi e di vari sportelli, luci e campanelli a simulare il complesso marchingegno. La sua funzione è di dare ai rifiuti una seconda vita: i rifiut,i ben differenziati, verranno introdotti nel “Mostro ricicla-tutto” e lui li mangerà, li triterà e li ricompatterà. Così dalla carta separata si otterranno nuovi quaderni, libri e riviste, dalla vecchia plastica nuovi contenitori, maglioni di pile, occhiali e giochi di plastica rigenerata, senza dover scavare nuovi pozzi di petrolio per ottenere la materia prima.
Si potranno vedere concretamente i vantaggi della buona pratica della Raccolta Differenziata, così da far finire in discarica ben poco.
Ma, ahimè, il “Mostro ricicla-tutto” sembra non funzionare come si deve e al fallimento. Dopo vari tentativi, si capisce il perché: il solito Furbetto non ha svolto il suo lavoro in modo corretto, ma ha introdotto i rifiuti nel macchinario senza rispettare la Raccolta Differenziata. Il Furbetto e tutti i rifiuti si sono incastrati negli ingranaggi del marchingegno.

Al Professor Ersu non rimane che ripetere le regole al Furbetto e lo farà con l’aiuto dei bambini attraverso un gioco: “Il gioco del riciclo”. Il gruppo classe sarà diviso in quattro gruppi, ad ogni gruppo sarà affidata una piattaforma di riciclo (carta, vetro, organico e plastica/metallo). Verranno utilizzate delle grosse carte da gioco che illustrano i vari tipi di rifiuto, l’obiettivo di ogni gruppo sarà quello di raggiungere la carta con sopra disegnato il rifiuto destinato alla propria piattaforma di riciclo.
Una volta che le carte saranno completamente raccolte, verranno ben divise e differenziate in quattro mazzi a seconda del rifiuto su esse rappresentato. Verranno così introdotte nel “Mostro ricicla-tutto” che potrà correttamente svolgere il suo compito. Da un apposito sportellino del macchinario uscirà un nuovo prodotto, costruito con materiale rigenerato.
Ai bambini sarà mostrato il ciclo completo dei rifiuti e sarà sottolineato quanto sia importante seguire le regole della Raccolta Differenziata per ridurre sprechi di risorse ed energie.
Una canzone, eseguita con i bambini, chiuderà l’intervento animato.

Tematiche

  • Il rispetto dell’ambiente.
  • I rifiuti come risorsa.
  • La Raccolta Differenziata e il riciclare.
  • Il concetto di spreco e di risorsa.

Obiettivi

  • Motivare alla Raccolta Differenziata.
  • Favorire la realizzazione di una corretta gestione dei rifiuti.
  • Promuovere comportamenti eco-sostenibili.
  • Creare consapevolezza dell’impatto che i comportamenti quotidiani, le scelte e i diversi stili di vita hanno sull’ambiente.

Linguaggi utilizzati

Teatro d’attore e burattini

Necessità tecniche

É previsto un solo attore in scena, non si richiede uno spazio teatrale ma uno spazio sufficientemente tranquillo per lo svolgimento dell’animazione teatrale che, per un’ottimale fruizione, viene presentata ad una classe per volta.


Proposte di lavoro e spunti di riflessione

Riteniamo importante, sin dalla prima infanzia, trasmettere ai bambini il senso di utilità e di responsabilità che ognuno ha e deve avere verso l’ambiente.
Vi proponiamo di seguito una serie di attività da svolgere prima e dopo l’animazione teatrale, per condividere e approfondire tematiche e riflessioni.
Le attività proposte, fanno seguito a quelle proposte nell’animazione “I furbi siamo noi”, ma possono anche essere disgiunte da quest’ultima, anche se per una corretta comprensione dell’argomento si consiglia una fruizione sequenziale.

PRIMA dello SPETTACOLO

> Differenziare, raccogliere e riciclare:

Ricordi i consigli che ha dato il Professor Ersu nella precedente animazione?
I rifiuti sono tutti uguali?
Sai fare la raccolta differenziata nella tua classe?
Sai distinguere i vari contenitori per la raccolta differenziata?
Prima di buttare un rifiuto, prova a domandarti cosa ci puoi ancora fare

> Un contenitore per ogni materiale:

Osserva i contenitori per la Raccolta Differenziata. Disegnali su un foglio e cerca di riconoscere quali sono i contenitori per la raccolta della carta, quello per il multimateriale (plastica e alluminio), quello per il vetro e quello per l’organico.

DOPO lo SPETTACOLO

> Le tue impressioni dopo l’animazione.

Sei d’accordo con il Professor Ersu? E’ importante gestire bene i rifiuti? A che serve differenziare,
raccogliere e riciclare? Ma se tutti facessimo i “furbetti”, cosa succederebbe?

> Che fine fanno i rifiuti differenziati, una volta portati nell’isola ecologica?

Cosa ci facciamo con tutta la carta raccolta nel suo apposito contenitore? E con la plastica? Con
l’alluminio? Con il vetro? E con tutti gli avanzi di frutta, verdura, erba e cibo avanzato? Prova a farti
aiutare dalla maestra a individuare quante cose sono fatte, tra le cose che avete in classe, di
materiale riciclato e rigenerato.

> Ma se non differenziamo bene i rifiuti, cosa può accadere?

Prova immaginare se in un morbido cuscino, prodotto con materiale di riciclo, trovi un vetro, che
succederebbe? E se nel terriccio prodotto con tutti gli avanzi organici, ci fosse un tappo di metallo
arrugginito? Che succederebbe ai semi che nasceranno? Prova a immaginare a bere acqua
inquinata con dell’olio? Ti piacerebbe?

> Il gioco del riciclo.

Prova a costruire delle carte da gioco, come quelle utilizzate dal Professor Ersu, magari riciclando
vecchie copertine di quaderni e immagini di vecchie riviste, per poter riproporre in classe “Il gioco
del riciclo”. Ti ricordi le regole? Le puoi ritrovare sul retro di copertina del libro “Ogni cosa al suo
posto!”.

> Il libro illustrato “Ogni cosa al suo posto!”

Leggi con l’aiuto della maestra o dei tuoi genitori il libro “Ogni cosa al suo posto!” che ti abbiamo
lasciato e prova ad immaginare di essere uno dei personaggi della storia. Chi vorresti essere?
Prova a fare dei disegni una volta letto il libro e mostraceli al nostro prossimo incontro. Abbiamo
ancora una puntata delle avventure del Professor Ersu!

TIPOLOGIA
Animazione teatrale rivolta alle Scuole dell’Infanzia e al primo ciclo della Scuola Primaria

A CHI SI RIVOLGE
A tutti gli alunni/e e le insegnanti delle Scuole dell’Infanzia e Scuole Primarie 1° Ciclo.
Età consigliata 3-7anni.

DURATA
40 minuti

CREDITI
In collaborazione con Coquelìcot Teatro
Con Paolo Simonelli / Laerte Neri / Marica Bonelli
Costumi Labart, Laura Bartelloni
Tratta dal libro illustrato “Ogni cosa al suo posto!” di E. Bussolati e S. Boselli, Ed. Terre di Mezzo (2018)

COQUELICOT
Coquelìcot Teatro nasce nel 2004.
Collabora con la Regione Toscana e con i Comuni del territorio della provincia di Lucca per i progetti PEZ, con il Teatro del Giglio per GiglioLab, con Lume e Associazione Industriali di Lucca per i progetti Orientagiovani e Lucca Comics & Games per gli spettacoli nella sezione Lucca Kids.
Organizza corsi di teatro per piccoli, ragazzi e adulti e rassegne teatrali rivolte alle famiglie e alla scuola.
Crea spettacoli ed eventi originali dove il teatro diventa strumento educativo e culturale.

INFO
Per maggiori informazioni e prenotazioni, è possibile contattare l’Ufficio Comunicazione chiamando il numero 0584 282213 o scrivendo a educazione@ersu.it.

 

SCARICA SCHEDA PROGETTO